Impianti elettrici di messa a terra | DPR 462/2001

RISCHIO ELETTRICO BANNER

Il DPR 462 del 22 ottobre 2001, entrato in vigore il 23 gennaio 2002, disciplina gli impianti elettrici realizzati nei luoghi di lavoro e obbliga i datori di lavoro a provvedere alla verifica periodica di tali dispositivi, al fine di garantire la sicurezza degli utenti e dell’ambiente.

Mentre prima del decreto soltanto enti pubblici come INAIL, ASL e ARPA potevano svolgere tali controlli, dal 2002 questo incarico può anche essere conferito a Organismi abilitati dal Ministero.

TÜV InterCert, avvalendosi della collaborazione dei suoi partner, svolge attività di ispezione di:

  • impianti elettrici di messa a terra fino a 1000 V;
  • impianti elettrici di messa a terra oltre 1000 V;
  • dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche;
  • impianti elettrici pericolosi, collocati cioè in prossimità di un lavoratore o nei luoghi in cui è alto il rischio di esplosione o incendio.

La periodicità delle verifiche è indicata nello stesso decreto:

  • 3 anni: impianti di messa a terra e di protezione contro le scariche atmosferiche collocati in luoghi pericolosi;
  • 5 anni: impianti di messa a terra e di protezione contro le scariche atmosferiche collocati in luoghi con minor rischio.