Salute e Sicurezza Occupazionale – ISO 45001

SICUREZZA 45001

Conseguenze della mancanza di sicurezza sul luogo di lavoro


A livello economico, la mancanza di sicurezza sul luogo di lavoro si può trasformare in pensionamento anticipato, crescita del premio assicurativo, assenza del personale e altri costi aggiuntivi per la singola azienda e l’intero Stato.

Infatti, ogni anno, nel mondo circa 2,3 milioni di persone muoiono a causa di infortuni o incidenti sul lavoro, cifra che si traduce in oltre 6.300 persone al giorno.

Al fine di aiutare le organizzazioni a contrastare gli infortuni sul lavoro e promuovere una cultura basata sulla sicurezza e sulla salute, l’ISO sta sviluppando un nuovo standard, l’ISO 45001 Occupational health and safety management systems.

La norma ISO 45001 e le altre norme


La nuova ISO 45001 si propone come una norma applicabile in tutte le organizzazioni, senza distinzioni legate al luogo, alla dimensione o alla tipologia di attività. Essa è strutturata a integrazione della norma BS OHSAS 18001 e, come quest’ultima, si basa sul modello PDCA (Plan-Do-Check-Act).

Inoltre, lo standard si rifà anche alle normative in vigore nei singoli paesi, oltreché sulle disposizioni dell’Organizzazione Internazionale dei Lavoratori ILO-OSH, armonizzandole tra loro e ampliandone il raggio di azione.

Infine, esso è costruito secondo la medesima struttura delle ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015, somiglianza che renderà più facile l’integrazione dei Sistemi di gestione in ambito salute e sicurezza con i Sistemi di Gestione Qualità e Ambiente.

I contenuti della norma


La norma ISO 45001 si focalizza sull’identificazione di tutti quegli aspetti interni ed esterni che possono influenzare la singola organizzazione nella gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

Tra i punti principali si segnalano:
– Maggiore attenzione e controlli su tutti gli organismi aventi connessioni con l’organizzazione: attrezzature, appaltatori, costruttori, produttori, ecc.
– La promozione di una comunicazione interna ed esterna legata ai temi della salute e sicurezza
– La necessità di tenere in maggiore considerazione le segnalazioni, i bisogni e le aspirazioni dei lavoratori dell’intera filiera produttiva
– L’esigenza di sollecitare la leadership affinché la salute e la sicurezza siano tenute in maggiore considerazione, evitando di delegarle, ma integrandole con gli altri aspetti di gestione
– L’analisi dei rischi come punto fondamentale e basilare nella gestione aziendale
– Qualche correzione rispetto alla BS OHSAS 18001 nella gestione delle emergenze.

Destinatari


La norma ISO 45001 intende rivolgersi a tutte le organizzazioni, a prescindere dall’attività, dimensione e tipologia di prodotto o servizio offerto.

Stato dell’arte

Luglio 2017:  Il 15 luglio sono stati diffusi dall’ISO i risultati del ballot sul DIS 2 della norma ISO 45001 “Occupational Health & Safety Management Systems – Requirements with guidance for use”.

Approvato con l’88% di voti favorevoli da parte dei “Membri P” e solo l’11% di voti contrario da parte del totale dei Membri votanti; anche l’Italia tra i Paesi che hanno espresso voto favorevole sul DIS 2 – presentando comunque dei commenti.

La fase successiva sarà la discussione dei circa 1.630 commenti pervenuti sul secondo Draft, nel corso del prossimo meeting dell’ISO/PC 283, in programma dal 18 al 23 Settembre a Malacca (Malesia): in quella sede si saprà se è possibile evitare di passare dalla fase di FDIS e procedere direttamente alla pubblicazione della norma ISO 45001 o se proseguire con la fase di FDIS.

Prossimi step:

  • 18-23 settembre 2017 – Meeting a Malacca (Malesia) dell’ISO/PC 283 e del WG1 per esaminare i risultati del ballot e decisione di effettuare FDIS o meno;
  • Novembre 2017 – Pubblicazione ISO 45001, se la revisione dei commenti fosse completata durante il meeting di settembre e l’ISO/PC 283 riuscisse ad evitare la fase di FDIS;
  • 1°/2° trimestre 2018 – Pubblicazione ISO 45001, se fosse necessaria la fase di FDIS.

Marzo 2017:  Il  17 marzo 2017 è stato registrato sul sito di ISO, il secondo Draft della Norma ISO 45001 “Sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro e della salute – Requisiti e guida per l’uso”. Il DIS 2 della Norma ISO 45001 è stato reso disponibile per l’acquisto nella versione in inglese dal BSI mentre gli Enti di Normazione di ogni Stato dovranno rendere disponibile il testo tradotto nella propria lingua per consentire la fase di commenti e votazione che terminerà il 13 luglio 2017. L’ISO ha già fissato nei giorni del 18-23 settembre 2017 il Meeting a Malacca (Malesia) dell’ISO/PC 283 e del WG1 per esaminare i risultati del voto. Le prossime date che porteranno al rilascio della Norma sono:

  • Novembre 2017 – fase di approvazione FDIS, nel caso in cui verrà richiesto
  • Febbraio 2018 – pubblicazione ISO 45001.

Febbraio 2017: Sono in corso i lavori per lo sviluppo della nuova norma ISO 45001 in materia di salute e sicurezza sul lavoro. A partire da ieri 6 febbraio 2017 e fino al 10 febbraio, il Gruppo di Lavoro WG1 dell’ ISO/PC 283 è riunito a Vienna per completare la revisione dei commenti sul precedente DIS. Il meeting di Vienna dovrebbe portare all’elaborazione di indicazioni per la revisione e la preparazione del testo del secondo draft (DIS2) della ISO 45001 entro marzo 2017. Il DIS2 dovrebbe, quindi, essere rilasciato per la traduzione tra marzo ed aprile 2017. Se saranno rispettate tali tempistiche, tra giugno e luglio 2017 dovrebbe essere aperta una votazione sul DIS2 della ISO 45001, i cui risultati saranno discussi in un meeting del WG1 e della commissione ISO/PC 283 nel mese di settembre 2017. Se il DIS2 sarà approvato e se non verrà richiesta la fase di FDIS, la pubblicazione della nuova norma ISO 45001 – Sistema di gestione per la salute e sicurezza dei lavoratori potrebbe avvenire nel periodo di ottobre/novembre 2017. In caso contrario, la pubblicazione slitterà nel primo quadrimestre dell’anno 2018.

Giugno 2016: Il gruppo di lavoro incaricato dall’ISO di redigere la nuova norma ISO 45001, si è riunito in occasione del PC283 meeting, in Canada, tra il 6 e il 10 giugno 2016.
Lo scopo era valutare la ISO/DIS 45001, la prima proposta di standard internazionale ISO 45001: se fosse stata approvata, sarebbe divenuta FDIS (Final Draft), quindi pubblicata a ottobre 2016.
Tuttavia, il gruppo di lavoro ha ritenuto di respingere la versione DIS, per poter recepire le indicazioni dei commenti fatti in fase di votazione pubblica, in modo da migliorare il testo della norma e prevederne la pubblicazione ufficiale a giugno 2017.