Certificazione del sistema della sicurezza alimentare – FSSC 22000

food

Lo standard FSSC 22000 è la logica evoluzione delle precedenti normative alimentari PAS 220 e ISO 22000 ed è stata sostenuta dalla Fondazione olandese indipendente no-profit per la Certificazione della sicurezza alimentare (FSSC Foundation for Food Safety Certification).

Il metodo è stato approvato dalla GFSI (Global Food Safety Initiative) dopo i programmi BRC, IFS, SQF 2000 e Dutch HACCP, divenendo così il quinto schema di certificazione approvato, ed è supportato dal Food Drink Europe (organizzazione europea dei produttori di alimenti e bevande), dalla GMA (organizzazione statunitense dei produttori di alimenti e bevande), e altre organizzazioni del commercio internazionale.

Vista l’applicazione dello standard ISO 22000, in materia di Sistemi di Gestione della Sicurezza Agroalimentare basati sulle specifiche HACCP, unicamente alla supply chain dei retailer con particolare riguardo alla “due diligence”, è stato definito un nuovo schema di certificazione, cioè FSSC 22000. Esso unisce l’approccio specifico dei Sistemi di Gestione, la metodologia HACCP e guideline PRP dettagliate.

Lo standard FSSC 22000 è rivolto alle organizzazioni della filiera alimentare che erogano prodotti e/o servizi inerenti ai settori della coltivazione e dell’allevamento, fino alla produzione dei seguenti principali prodotti:

  • prodotti deperibili di origine animale (es. carne, pollame, uova, latticini e prodotti ittici)
  • prodotti deperibili di origine vegetale (es. frutta fresca e succhi di frutta, conserve di frutta, verdure fresche, verdure conservate)
  • prodotti a lunga conservazione a temperatura ambiente (es. prodotti in scatola, biscotti, snack, olio, acqua potabile, bevande, pasta, farina, zucchero, sale)
  • prodotti (bio) chimici per la produzione alimentare (es. vitamine additivi e biocolture), sono esclusi i sussidi tecnici e tecnologici
  • produzione di materiale di imballaggio alimentare.

Alla base di questo programma di certificazione vi è l’utilizzo delle specifiche PAS 220 (Publicly Available Specification), che definiscono i requisiti da verificare nell’analisi degli standard di sicurezza specifici per la filiera agroalimentare.

Il principale obiettivo del programma è quello di fornire un’efficace metodologia di identificazione dei pericoli e gestione dei rischi basata sui principi HACCP, in grado di ottimizzare efficienza ed efficacia nell’ambito della sicurezza agroalimentare, illustrando altresì una guida di prerequisiti di programma per rispondere alle esigenze specifiche dei retailer relativamente alla due diligence e alle problematiche correlate.

Grazie alla certificazione di un Organismo indipendente di parte terza, quale è il TÜV InterCert GmbH- Group of TÜV Saarland, l’azienda dà credibilità agli impegni assunti con i propri clienti e le parti interessate.