Requisiti per la saldatura dei materiali metallici | ISO 3834

WELDING

La qualità di un giunto saldato può essere in parte accertata tramite controlli sul prodotto, ma deve essere “progettata” parallelamente al prodotto stesso: da questa esigenza deriva l’introduzione della norma ISO 3834 che definisce i “Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici”.

La norma è applicabile in fase di fabbricazione, sia in officina che in cantiere, di qualsiasi tipo di costruzione saldata per fusione.

Già ampiamente utilizzata nella costruzione di macchine, attrezzature a pressione e impianti, con il nuovo scenario normativo europeo che impone la marcatura CE per i componenti strutturali metallici secondo EN 1090-1, la conformità ai requisiti della norma ISO 3834 diventa obbligatoria e propedeutica per tutte le aziende che producono componenti strutturali mediante giunzioni saldate.

TÜV InterCert è Organismo accreditato DAkkS secondo la norma ISO 3834 e offre un servizio di Certificazione strutturato a fasi, il cui completamento permette ai fabbricanti di dimostrare la competenza dell’azienda nell’applicazione di un adeguato controllo dei processi di saldatura.

DOCUMENTAL AUDIT

Verifica della documentazione tecnica a fronte dei requisiti, delle qualifiche dei processi e certificazioni del personale.

WFC ASSESSMENT

Verifica, da parte di ispettori qualificati TÜV InterCert, del sito produttivo (Welding Fabbrication Control – WFC) in accordo ai requisiti delle normative applicabili.

FINAL REPORT & CERTIFICATE

Consegna del rapporto di fine attività e rilascio della Certificazione ISO 3834.