DIRETTIVA RUMORE


La Direttiva 2005/88/CE rappresenta il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri concernenti l’emissione acustica ambientale delle macchine e attrezzature destinate a funzionare all’aperto.
La norma va a modificare la precedente Direttiva 2000/14/CE.

Tali macchine e attrezzature sono suddivise in due elenchi:

  • art.12: apparecchi soggetti a limiti di emissione acustica; l’accertamento di tale limite avviene sotto la responsabilità di un Organismo notificato secondo diverse procedure di certificazione stabilite dall’art. 14. La Direttiva 2005/88/CE ha abbassato i limiti di emissione previsti dalla precedente Direttiva 2000/14/CE;
  • art. 13: apparecchi soggetti soltanto all’obbligo della marcatura del valore di potenza acustica generata.

In ogni caso il fabbricanterumore è responsabile della conformità del prodotto alla direttiva, che comprende il controllo interno della fabbricazione e l’esecuzione di rilievi fonometri sulle macchine/attrezzature prodotto, prima della loro immissione sul mercato.

Il fabbricante può applicare il marchio CE alla macchina/attrezzatura dopo aver predisposto un fascicolo tecnico, effettuato le prove previste dalla direttiva e dalle norme da essa richiamate, predisposto ed applicato la marcatura della potenza acustica garantita (secondo le proporzioni stabilite dalla Direttiva) e redatto la Dichiarazione CE di Conformità.

TÜV InterCert – Group of TÜV Saarland effettua verifiche e misure per determinare la piena rispondenza di macchine ed attrezzature alle disposizioni della direttiva.