Industria 4.0 : Firmato il protocollo di Intesa tra il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’istruzione, dell’università e della Ricerca per la costituzione della “Cabina di Regia”.


La trasformazione digitale del manifatturiero sta modificando il modo di fare industria attraverso l’introduzione di soluzioni avanzate, che consentono alle aziende di reinterpretare il proprio ruolo impattando lungo l’intera catena del valore: dalla progettazione e disegno del prodotto per gestirne l’intero ciclo di vita, ai rapporti di fornitura e sub-fornitura, dai processi produttivi gestiti come spazi cyber fisici ai sistemi di logistica e magazzinaggio, fino al contatto digitale con il cliente finale in cui il confine fra fornitura di un bene e di un servizio si farà sempre più labile; ….//….

La rivoluzione digitale può creare nuove opportunità di crescita: sostenendo la ripresa dell’occupazione; facilitando l’aggregazione di piccole e medie imprese in network di imprese interconnesse; facilitando l’accesso alle risorse finanziarie; facilitando la collaborazione con i fornitori di conoscenza e tecnologia; potenziando la filiera della robotica e meccatronica e consolidando la filiera ICT; abilitando su larga scala la capacità di produzione personalizzata; supportando lo sviluppo di nuovi modelli di business: servitizzazione dell’industria, economia circolare, economia della condivisione;”sono alcuni dei punti presenti nella premessa del Protocollo di Intesa sull’Industria 4.0 sottoscritto il 25 luglio 2016 tra il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR).

“L’intesa – come precisato all’articolo 2 del documento sottoscritto tra il MISE ed il MIUR – individua, nell’ambito dell’azione di Governo sui temi della trasformazione digitale del manifatturiero di Industria 4.0, le misure di collaborazione tra le Parti e gli altri eventuali soggetti istituzionali coinvolti, per perseguire le seguenti finalità:

  1. assumere un ruolo di regia per favorire la costruzione di una visione di sistema coordinata e condivisa con i principalistakeholders;
  2. intervenire con iniziative orizzontali – le macchine utensili sembrano essere un’eccezione per la loro natura di abilitatore su una moltitudine di settori a valle;
  3. operare in una logica di neutralità tecnologica: non esiste una singola tecnologia abilitante ma un ampio insieme di tecnologie in costante trasformazione che, nel loro complesso, contribuiscono alla definizione di soluzioni 4.0;
  4. operare sui fattori abilitanti: infrastrutture, standard di interoperabilità e sicurezza, competenze.”

“Al fine di dare attuazione alla presente intesa, viene istituito un Comitato Guida con funzioni di coordinamento e indirizzo della strategia nazionale sulla trasformazione digitale della manifattura nell’ambito di Industria 4.0.

Il Comitato è costituito da rappresentanti di:

  • Ministero dello sviluppo economico: con funzione di coordinamento,
  • Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca,
  • Ministero dell’economia e delle finanze, – Cassa Depositi e Prestiti,
  • Consiglio Nazionale delle Ricerche,
  • Politecnico di Torino,
  • Politecnico di Milano,
  • Politecnico di Bari,
  • Scuola Superiore Sant’Anna,
  • Organizzazioni sindacali,
  • Confindustria,
  • Rete Imprese Italia.”

Scarica il documento ufficiale

QUALITA’ & INDUSTRIA 4.0

Notizie | Qualità & Industria 4.0

ACADEMY | QUALITA’ & INDUSTRIA 4.0

Presto on-line!