18 giugno 2018 rilasciata la nuova ISO 22000 : 2018 Sistemi di Gestione Sicurezza Alimentare

Premessa:

18 Giugno 2018: è stata pubblicata la nuova norma ISO 22000:2018Sistemi di Gestione per la sicurezza alimentare.

La ISO 22000:2018 è uno Standard internazionale, che cancella e sostituisce la ISO 22000:2005, sviluppata con l’intento di armonizzare i differenti schemi HACCP con gli standard per la verifica della Sicurezza Igienica. Le organizzazioni certificate con lo standard ISO 22000:2015 hanno tre anni dalla data di pubblicazione per passare alla nuova versione.

Le principali modifiche proposte allo standard includevano modifiche alla sua struttura e chiarimenti su concetti chiave come:

  • Utilizzo della struttura di alto livello (HLS) dell’ISO: per rendere la vita più semplice alle aziende che utilizzano più di uno standard di sistema di gestione, la nuova versione di ISO 22000 segue la stessa struttura di tutti gli altri standard del sistema di gestione ISO, l’High Level Structure (HLS).
  • L’approccio al rischio: lo standard include ora un approccio diverso alla comprensione del rischio. La norma opererà una distinzione tra il rischio a livello operativo (attraverso il metodo HACCP-Hazard Analysis Critical Control Point) e il rischio a livello strategico del sistema di gestione (rischio d’impresa), con la sua capacità di cogliere le opportunità al fine di raggiungere specifici obiettivi;
  • Il ciclo PDCA: lo standard chiarisce il ciclo Plan-Do-Check-Act, avendo due cicli separati nello standard che lavorano insieme: uno copre il sistema di gestione e l’altro, coprendo i principi dell’HACCP.
  • Il processo operativo: viene fornita una chiara descrizione delle differenze tra termini chiave quali i Critical Control Point (CCP), Operational Prerequisite Programmes (OPRPs) e Prerequisite Programmes (PRPs).

 

*fonte: https://www.iso.org/iso-22000-revision.html

Jacob Faergemand, presidente del comitato tecnico ISO / TC 34, Prodotti alimentari, sottocomitato 17, Sistemi di gestione per la sicurezza alimentare, che ha sviluppato lo standard, afferma:

 “Per soddisfare le esigenze del mercato in materia di sicurezza alimentare, lo standard ISO 22000 è stato creato dalle parti interessate coinvolte in organizzazioni per la sicurezza alimentare: governance, consumatori, consulenza, industria e ricerca. Quando uno standard per il sistema di gestione della sicurezza alimentare è sviluppato dalle parti interessate, è sicuro che i requisiti del mercato saranno soddisfatti.”

*libera traduzione

La nuova ISO 22000:2018

“Lo standard ISO 22000 è applicabile a tutte le organizzazioni che operano nel settore alimentare, indipendentemente dalle dimensioni o dal settore. Anche l’ISO 22000:2018 è stato concepito utilizzando la stessa Struttura ad alto livello (HLS) come negli altri standard ISO di sistema (es. ISO 9001:2015, ISO 14001:2015, ISO 50001, ISO 37001, ISO 27001, ISO 45001:2018), in modo che possa essere integrato nell’esistente sistema di gestione dell’organizzazione, ma allo stesso tempo per essere implementata da solo.”

Potenziali vantaggi dell’utilizzo dello standard

La norma ISO 22000:2018 consente alle organizzazioni di mettere in pratica un Sistema di gestione della sicurezza alimentare che aiuti a migliorare la performance generale delle aziende in materia di sicurezza alimentare ed in particolare:

  1. La capacità di fornire costantemente alimenti, prodotti e servizi sicuri, che siano conformi ai requisiti normativi;
  2. Migliore gestione dei rischi nei processi che riguardano la sicurezza alimentare,
  3. Forte legame con il Codex Alimentarius sviluppato dalle Nazioni Unite che stabilisce linee guida per i governi in materia di sicurezza alimentare.

 

Novità introdotte

Essendo molto importante che tutti gli standard internazionali siano rivisti regolarmente per adeguarsi alle nuove tendenze del mercato la nuova ISO 22000:

  1. include miglioramenti delle definizioni, comprese quelle che si allineano con il Codex Alimentarius (http://www.fao.org/home/en/);
  2. fornisce anche una nuova visione del concetto di rischio, distinguendo tra rischio a livello operativo e rischio a livello strategico di un sistema di gestione.

 

*fonte: Food safety management ISO 22000:2018 https://www.iso.org/publication/PUB100430.html

La nuova ISO 22000:2018 specifica i requisiti di un sistema di gestione della sicurezza alimentare (FSMS) per consentire ad un’organizzazione direttamente o indirettamente coinvolta nella catena alimentare di:

  1. a) pianificare, implementare, gestire, mantenere e aggiornare il sistema di gestione della sicurezza alimentare fornendo prodotti e servizi sicuri, in conformità con l’uso previsto;
  2. b) dimostrare la conformità ai requisiti legali e normativi applicabili in materia di sicurezza alimentare;
  3. c) valutare i requisiti di sicurezza alimentare reciprocamente concordati con i clienti e dimostrare la loro conformità;
  4. d) comunicare efficacemente le questioni di sicurezza alimentare alle parti interessate all’interno della catena alimentare;
  5. e) assicurare che l’organizzazione sia conforme alla politica di sicurezza alimentare dichiarata;
  6. f) dimostrare la conformità alle parti interessate rilevanti;
  7. g) richiedere la certificazione del proprio sistema di gestione della sicurezza alimentare da parte di un’organizzazione esterna, oppure effettuare un’autovalutazione o un’autocertificazione di conformità a questo documento.

 

In particolare nella nuova norma ISO 22000:2018 l’approccio per processi utilizza il ciclo PDCA secondo due livelli: il primo copre il frame generale del FSMS (Clausola 4 al paragrafo 7 e Clausola 9 al paragrafo 10); l’altro livello (pianificazione operativa e controllo) copre i processi operativi all’interno del sistema di sicurezza alimentare come descritto nella Clausola 8. La comunicazione tra i due livelli è quindi essenziale.

fonte ISO – PDCA ISO 22000:2018

*fonte: https://www.iso.org/obp/ui/#iso:std:iso:22000:ed-2:v1:en

Grazie alla certificazione di un Organismo indipendente di parte terza, quale è il TÜV InterCert GmbH- Group of TÜV Saarland, l’azienda dà credibilità degli impegni assunti con i propri clienti e le parti interessate.

@by Oliviero Casale, Stefania Ferrantelli www.mticert.org