Skip to Content

Category Archives: Company

AUTOMOTIVE: IATF 16949:2016 sostituisce ISO/TS 16949:2009

AUTOMOTIVE: IATF 16949:2016 sostituisce ISO/TS 16949:2009

Dal 1 ottobre 2016 è pubblica l’edizione italiana 2016 della IATF 16949, la Specifica Tecnica per i sistemi di gestione qualità applicati nell’intera filiera Automotive, che sostituisce la ISO/TS 16949:2009.

Questa nuova norma internazionale illustrerà i requisiti del sistema di gestione della qualità per le organizzazioni che lavorano nella produzione automotive, servizio e / o parti accessorie del settore automobilistico.

Come evidenziato dalla IATF, l’obiettivo di questo nuovo standard internazionale è lo sviluppo di un sistema di gestione per la qualità che:

  • Favorisca il miglioramento continuo e il riconoscimento delle azioni preventive da intraprendere
  • Includa i requisiti e strumenti specifici dell’industria automobilistica
  • Favorisca la riduzione di variazioni e sprechi nella catena di fornitura

In base alle regole “IATF TRANSITION STRATEGY ISO/TS 16949 › IATF 16949  rev.1” le Organizzazioni già certificate dovranno effettuare la transizione -3 mesi prima del termine, pena la sospensione o il ritiro della Certificazione.

Principali modifiche rispetto alla precedente edizione ISO/TS sono:

  • Nuovo nome della norma IATF 16949:2016
  • Recepisce la struttura ad alto livello (10 capitoli) che dal 2012 è caratteristica comune di tutte le norme ISO per sistemi di gestione (ISO 22301, ISO 9001, ISO 14001, ISO 27000
  • Non riporta al proprio interno il testo dei requisiti della ISO 9001:2015
  • Recepimento di tutti i requisiti della ISO 9001:2015
  • Introduzione dei requisiti per la sicurezza del prodotto e dei processi documentati di loro gestione
  • Estensione e chiarezza dei requisiti di rintracciabilità dei prodotti, con attenzione a requisiti prescrittivi di regolamenti / leggi / direttive
  • Requisiti specifici per prodotti che contengono software (embedded)
  • Gestione dei resi, processo No Trouble Found, uso della Guida Automotive specifica
  • Requisiti di gestione per i subfornitori
  • Requisiti di responsabilità sociale di impresa (anticorruzione, business continuity, salute e sicurezza lavoratori, codice etico)

Approfondimenti:

http://www.iatfglobaloversight.org/content.aspx?page=IATF%20ISO/TS%2016949%20Revision%20Workgroup%20News

Per conoscere meglio tutte le novità della nuova norma IATF 16949 >> Automotive: novità normative 2016 (9 novembre | Budrio BO)

Per ulteriori dettagli potete contattare i ns. uffici.

t. 0522 409611 | info@tuvintercert.it 

0 Continue Reading →

Sistemi di gestione dell’energia: UNI ISO 50003 e UNI ISO 50015 in italiano

Sistemi di gestione dell’energia: UNI ISO 50003 e UNI ISO 50015 in italiano

Il 18 ottobre 2016 sono state pubblicate dalla Commissione Tecnica CTI in lingua italiana le norme:

  • UNI ISO 50003 “Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti per organismi che forniscono audit e certificazione dei sistemi di gestione dell’energia” che definisce i requisiti di competenza, congruenza ed imparzialità degli Organismi di Certificazione nelle attività di audit e certificazione dei Sistemi di Gestione dell’Energia (EnMS).
  • UNI ISO 50015 “Sistemi di gestione dell’energia – Misura e verifica della prestazione energetica delle organizzazioni – Principi generali e linee guida” che definisce i principi generali e le linee guida per il processo di misura e verifica (M&V) della prestazione energetica di una organizzazione o di una sua componente.

Le norme si occupano dei requisiti per organismi che forniscono audit e certificazione dei sistemi di gestione dell’energia (la prima); dei principi generali e linee guida relativi alla misura e verifica della prestazione energetica delle organizzazioni (la seconda).

La norma UNI ISO 50003 definisce i requisiti di competenza, congruenza e imparzialità nelle attività di audit e certificazione dei sistemi di gestione dell’energia (EnMS) per gli organismi che forniscono tali servizi. Al fine di assicurare l’efficacia dell’audit di un sistema di gestione dell’energia, la norma definisce il processo di audit, i requisiti di competenza per il personale coinvolto nel processo di certificazione dell’EnMS, la durata dell’audit e il campionamento dei multisito. Essa va utilizzata congiuntamente alla ISO/IEC 17021:2011 i cui requisiti si applicano anche alla UNI ISO 50003.

La norma UNI ISO 50015 definisce i principi generali e le linee guida per il processo di misura e verifica (M&V) della prestazione energetica di una organizzazione o di una sua componente. La presente norma può essere utilizzata indipendentemente o in combinazione con altre norme o protocolli e può essere applicata a tutte le forme di energia.

Fonte: http://www.uni.com/index.php?option=com_content&view=article&id=5451:sistemi-di-gestione-dell-energia-uni-iso-50003-e-uni-iso-50015-pubblicate-in-italiano&catid=170&Itemid=2612

Vedi anche:

Sistema di Gestione dell’Energia – ISO 50001

Per ulteriori dettagli potete contattare i ns. uffici.

t. 0522 409611 | info@tuvintercert.it 

0 Continue Reading →

Pubblicata norma IEC 60204-1:2016

In data 13.10.2016 è stata pubblicata la 6° edizione della norma IEC 60204-1 – Safety of machinery – Electrical equipment of machines.

Tale edizione non è ancora recepita dal CENELEC  come norma EN e pertanto non è ancora armonizzata ai sensi della Direttiva Macchine 2006/42/CE. Tuttavia i tempi di recepimento in genere sono di 2 o 3 mesi.

La norma IEC 60204-1:2016 si applica agli apparecchi e sistemi elettrici, elettronici ed elettronici programmabili per macchine non portatili a mano durante il lavoro e si applica ai gruppi di macchine (insiemi) che lavorano insieme in modo coordinato. Le apparecchiature oggetto della presente parte della IEC 60204 iniziano nel punto di collegamento dell’alimentazione elettrica della macchina.

Questa sesta edizione annulla e sostituisce la quinta edizione pubblicata nel 2005 e i relativi amendments e costituisce una revisione tecnica.

Questa edizione include le seguenti modifiche tecniche significative rispetto alla precedente edizione:
– Requisiti aggiuntivi per macchine che prevedono i power drive systems (PDS);
– Requisiti aggiuntivi di compatibilità elettromagnetica (EMC) con riferimento alla direttiva 2014/30/UE;
– Chiarimenti in merito ai requisiti di protezione contro le sovracorrenti;
– Requisiti per la determinazione della corrente di corto circuito delle apparecchiature elettriche;
– Revisione dei requisiti di protezione e terminologia;
– Riorganizzazione e revisione del punto 9, inclusi i requisiti relativi alla disconnessione sicura del PDS, dell’arresto di emergenza e la protezione del circuito di controllo;
– Revisione dei Simboli per gli attuatori dei dispositivi di controllo;
– Revisione dei requisiti tecnici per la documentazione;
– Aggiornamento generale delle condizioni speciali nazionali, degli standard normativi e dei riferimenti bibliografici.

Per ulteriori dettagli potete contattare i ns. uffici.

t. 0522 409611

info@tuvintercert.it 

0 Continue Reading →

Siglato l’accordo con FEDERMANAGER Bologna

Reggio Emilia 12.10.2016 – Siglato l’accordo quadro tra TÜV InterCert e Federmanager Bologna.

Federmanager Bologna rappresenta dirigenti, quadri apicali e professional dell’industria stipulando contratti collettivi e garantendo tutele con enti e società.

L’attività del sistema federale è finalizzata a:

  • promuovere l’adesione e la partecipazione della categoria alle attività dell’organizzazione;
  • stimolare il ruolo attivo degli associati coinvolgendoli in progetti di settore o su temi di interesse generale;
  • rappresentare e tutelare gli interessi generali della categoria, anche negli ambiti della previdenza e assistenza integrativa, della formazione e della ricerca di una nuova occupazione;
  • favorire il networking tra manager, in campo nazionale e internazionale;
  • promuovere e fornire servizi a favore della categoria.

L’accordo è stato stipulato per garantire agli iscritti della Federazione l’accesso agevolato alla formazione di qualità messa a disposizione di TÜV InterCert.

TÜV InterCert Academy offre una vasta gamma di corsi per soddisfare le esigenze formative di professionisti e aziende operanti in molteplici settori:

  • Ambiente & Sostenibilità
  • Automotive
  • Controllo dei Processi
  • Energia & Asset
  • Food
  • Governance & Risk management
  • ICT
  • Industria
  • Management
  • Metrologia
  • Qualità
  • Responsabilità Sociale
  • Sicurezza Occupazionale
  • Sicurezza Prodotto

Per maggiori informazioni: info@tuvintercert.it  o visita la pagina: FORMAZIONE A CATALOGO

0 Continue Reading →

ISO Focus | Our Connected Future

Nell’edizione di Settembre/Ottobre 2016 dell’ISOFocus, il magazine dell’ISO (International Organization for Standardization), vengono approfondite le tematiche riguardanti l’Internet delle cose (IoT), la Smart Manufacturing e le “Nuove Frontiere del Business”.

É affrontato il tema di “Come andrà a cambiare la Nostra Vita con l’Internet delle Cose” dando risalto anche all’importanza degli “Standard” e delle Norme per le aziende e gli Stati Mondiali”.


Why standards matter

In simple terms, for Canada’s John Walter, standards are fundamen – tal. “Companies and governments need to understand and embrace standards,” he says. “Investing in their development, implementation and conformity assessment pays dividends for those who do so.”

http://www.iso.org/iso/home/news_index/iso_magazines/isofocusplus_index.htm

0 Continue Reading →

Approvata norma UNI ISO 39001:2016

L’UNI ha approvato la norma ISO 39001:2012 anche per il territorio nazionale. La norma ha come denominazione UNI ISO 39001:2016.

La norma UNI ISO 39001:2016 costituisce l’adozione nazionale della norma internazionale ISO 39001 (edizione ottobre 2012) che assume così lo status di norma nazionale italiana. La norma internazionale ISO 39001 è stata elaborata dal Comitato Tecnico ISO/PC 241 “Road Traffic Safety Management Systems”.

La presente norma è stata elaborata sotto la competenza della Commissione Tecnica UNI Sicurezza della società e del cittadino che ha giudicato la norma ISO 39001 rispondente, da un punto di vista tecnico, alle esigenze nazionali e ne ha proposto alla Commissione Centrale Tecnica dell’UNI l’adozione nella presente versione in lingua inglese.

La Commissione Centrale Tecnica dell’UNI ha dato la sua approvazione il 13 aprile 2016. La presente norma è stata ratificata dal Presidente dell’UNI ed è entrata a far parte del corpo normativo nazionale il 5 maggio 2016.

“La norma ISO 39001 definisce i requisiti che un sistema di gestione per la sicurezza stradale deve rispettare per permettere a ogni organizzazione pubblica o privata, che sia coinvolta nel trasporto su strada di cose o persone, di prevenire e ridurre il numero di morti e infortuni gravi derivanti da collisioni stradali.” Fonte ACCREDIA

0 Continue Reading →

Aree gioco – Aggiornamento dell’elenco delle attrazioni dello spettacolo viaggiante

TUV InterCert aree gioco

 

 

 

 

Il Decreto 337/1968Disposizioni sui circhi equestri e sullo spettacolo viaggiante, pubblicato 18 marzo 1968 e tuttora in vigore, riguardava le attrazioni allestite per mezzo di attrezzature mobili sia all’aperto sia al chiuso, riconoscendone la funzione sociale. In particolare, esso comprendeva tali attività in un elenco ministeriale e istituiva presso il Ministero del turismo e dello spettacolo una commissione consultiva avente come scopo la loro supervisione.

Nel 2007, è stato pubblicato il DM 136/2007Norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante, contenente le specifiche tecniche e di sicurezza delle attrazioni circensi: esse devono dotarsi di un codice identificativo, rilasciato dai Comuni a seguito di ispezione e presentazione del libretto delle attività e del manuale d’uso e manutenzione, che include “le informazioni necessarie per un sicuro utilizzo dell’attività, incluse quelle relative al montaggio/smontaggio, al funzionamento in condizioni ordinarie e di emergenza e alla manutenzione ordinaria e straordinaria” (fonte: DM 136/2007).

Infine, il 29 aprile 2015, è stato emanato l’“Aggiornamento dell’elenco delle attrazioni dello spettacolo viaggiante” che, rifacendosi all’elenco ministeriale del Decreto 337/1968, inserisce al suo interno nuove attrazioni, tra cui:

  • mixtreme – percorso vita sospeso;
  • musei;
  • padiglione contenente gruppi anatomici in cera  di personaggi  storici,  artistici,  animali ecc.;
  • padiglione Percorso Fantastico per Bambini (Playground);
  • padiglione di varie  forme  (casa,  fungo,  battello ecc.).

(Fonte: Decreto 337/1968 – Disposizioni sui circhi equestri e sullo spettacolo viaggiante)

Di conseguenza, i Comuni e gli enti locali hanno l’obbligo di sottoporre a verifica tali attrezzature, comprese le aree gioco.


Tra le attività offerte da TÜV InterCert vi sono:

  • verifiche e certificazioni su giochi per parchi, kiddie rides, gonfiabili e altri prodotti meccanici legati all’ambito playground e regolati dalle norme pertinenti;
  • ispezioni,  per garantire la sicurezza delle aree gioco attrezzate, dei parchi pubblici, dei parchi avventura e delle attrezzature per parchi gioco, sia in strutture pubbliche sia in quelle private;
  • attività finalizzate al rilascio della certificazione secondo le norme della famiglia EN 1176.

 

0 Continue Reading →

Easy Barrier HD certificato secondo la norma UNI EN-ISO 14120

Siamo lieti di annunciare che il sistema di protezione perimetrale Easy Barrier HD, prodotto dell’azienda Della Casa reti s.r.l. ha ottenuto con successo la certificazione da parte di TÜV InterCert secondo la norma UNI EN-ISO 14120, in seguito all’esecuzione del test del pendolo sul prodotto stesso.

Il posizionamento in opera di Easy Barrier HD, alla corretta distanza dalle zone pericolose, consente di rispettare i parametri di sicurezza previsti dalle norme armonizzate.

Guarda il video del test:


TÜV InterCert propone:

 

Vedi anche:

ISO 14119:2013, Safety of machinery – Interlocking devices associated with guards – Principles for design and selection
ISO 14120:2015, Safety of machinery – Guards – General requirements for the design and construction of fixed and movable guards (ISO.org)

0 Continue Reading →

Approvata la versione DIS della norma ISO 37001 – Sistema di Gestione dell’anticorruzione

Money - ISO 37001

Lo standard ISO 37001 definisce i requisiti del Sistema di Gestione dell’anticorruzione: lo scopo della norma è supportare le organizzazioni pubbliche e private nel combattere e prevenire la corruzione, diffondendo una cultura basata sull’etica e sulla buona condotta.

Dal 30 maggio 2016 al 3 giugno 2016, il gruppo di lavoro ISO/PC 278 si è incontrato durante il Mexico City Meeting per analizzare i commenti derivati dalla fase di ballottaggio della norma ISO DIS 37001 e votare l’eventuale approvazione della stessa. La versione DIS è stata dunque approvata col 91% dei voti favorevoli: di conseguenza, il comitato ha espresso la sua volontà di procedere alla pubblicazione ufficiale della norma sulla anti-corruzione presumibilmente a fine 2016, saltando la fase Final Draft (FDIS).


I contenuti della norma ISO 37001

Oltre all’attuazione di una serie di misure e controlli che rappresentano buone prassi riconosciute a livello globale in materia di anticorruzione, i principali requisiti della norma ISO 37001 saranno:

  • la definizione documentata della propria politica anti-corruzione, l’analisi del contesto, dei fattori, la determinazione delle fonti di corruzione;
  • committment della leadership con l’impegno e la responsabilità in materia di anticorruzione, supervisione da parte del senior del management;
  • valutazione del rischio: identificazione dei livelli e degli impatti, misura, controllo e verifica di efficacia delle misure intraprese;
  • reporting, monitoraggio, analisi e riesame;
  • azioni di miglioramento continuo (prevenzione) ed, eventualmente, correzione.
La norma ISO 37001 e le altre norme

La nuova norma ISO 37001 impiegherà la metodologia PDCA (Plan-Do-Check-Act).
Come gli altri standard rilasciati o revisionati dall’ISO dal 2012 (ad esempio: ISO 9001:2015, ISO 14001:2015, la futura ISO 45001, ISO 27001:2013, ISO 22301:2012, ISO 19600:2014), anche la norma ISO 37001 si baserà sulla struttura HLS (High Level Structure).
Quest’ultima è stata delineata e resa obbligatoria dall’ISO, per favorire l’integrazione tra i Sistemi di Gestione: così facendo, ogni standard imporrà l’applicazione dei suoi requisiti specifici, pur essendo costruito mediante terminologie e strutture comuni alle altre norme ISO.
TÜV InterCert offre un servizio di qualità che garantisce credibilità negli impegni assunti con i propri clienti e con le parti interessate.

Approfondimenti – ISO 37001

Anticorruzione – ISO 37001

Presentazione ISO 37001 (Fonte iso.org)

Anti-bribery management systems – Briefing notes (Fonte iso.org)

0 Continue Reading →

Entrata in vigore della Direttiva PED 2014/68/UE

La Direttiva PED 2014/68/UE – Attrezzature a pressione entrerà pienamente in vigore a partire dal prossimo 19 Luglio 2016.PED 2014/68/UE

Secondo l’articolo 48 comma 3 della Direttiva 2014/68/UE, le decisioni e i certificati rilasciati secondo la precedente edizione 97/23/CE del 29 maggio 1997 rimarranno validi fino a scadenza o fino a modifiche sostanziali delle norme, dei codici di calcolo e/o del progetto.

Coloro i quali hanno procedure di certificazione già avviate e non ancora concluse, dovranno integrare la documentazione presentata con la Dichiarazione UE di Conformità, come previsto nell’allegato IV della nuova Direttiva PED. In assenza di tale documento, infatti, la certificazione non potrà essere rilasciata.


La Direttiva 2014/68/UE si applica alla progettazione, fabbricazione e valutazione di conformità delle attrezzature a pressione e degli insiemi sottoposti a una pressione massima ammissibile PS superiore a 0,5 bar. Tra i prodotti soggetti alla Direttiva PED vi sono, ad esempio:

  • recipienti;
  • tubazioni;
  • insiemi;
  • accessori di sicurezza;
  • accessori a pressione.

Il fabbricante può applicare il marchio CE alla macchina dopo aver predisposto un fascicolo tecnico, effettuato una adeguata analisi dei rischi, aver ottenuto una certificazione UE da parte di un Organismo Notificato (per le apparecchiature di categoria II, III, IV) e redatto la Dichiarazione UE di Conformità.

I servizi offerti da TÜV InterCert:
  • Verifiche di conformità e prove di laboratorio per il rilascio della certificazione UE ai sensi della Direttiva 2014/68/UE in accordo con la procedura/modulo applicato;
  • Corsi di formazione sulla nuova Direttiva PED, in aula ed aperti a chiunque abbia necessità di comprendere le novità introdotte, come ad esempio quelle sulle non-conformità formali.

Scarica il testo ufficiale della norma:

Direttiva PED 2014/68/UE – Attrezzature a pressione

0 Continue Reading →